33831833074

Le date di accensione e di spegnimento dei riscaldamenti in Italia sono regolate dalla legge numero 10-1991 che stabilisce 5 zone climatiche in Italia e differenzia l’uso dei termosifoni a seconda della fascia di appartenenza della città

La fascia A è la piú calda e la F la piú fredda, Roma appartiene alla fascia D. Si possono accendere i termosifoni a partire dal primo novembre 2018 e si possono spegnere il 15 aprile 2019 per un massimo di uso giornaliero, anche non continuativo, di 12 ore.

Inoltre i riscaldamenti devono essere spenti al massimo alle 23 e non possono essere accesi prima delle 5.

Mentre per inizio e fine data vige l’obbligo e anche per l’uso massimo, per il minimo non c’è obbligo. Possiamo tenere i termosifoni accesi anche 6 ore. Si tratta di problematiche che incontrano soprattutto coloro che vivono in condomini dove esiste il “riscaldamento centralizzato”. Chi ha la caldaia autonoma deve rispettare queste date, ma difficilmente potranno essere controllati.

limiti di orario alla durata giornaliera di accensione non vengono applicati agli impianti che consentono la contabilizzazione del calore e sono dotati di una centralina climatica o cronotermostato. In pratica, la caldaia è sempre unica per tutto l’edificio, ma ogni abitante del condominio può accendere, spegnere e regolare la temperatura del proprio appartamento o del singolo termosifone. Oppure a quelli gestiti tramite un “contratto di servizio energia“, una forma contrattuale che consente di perseguire il massimo risparmio energetico fornendo il livello di comfort richiesto dagli utenti.

Eccezioni a queste date riguardano invece la possibilità, per i Sindaci, di allungare o anticipare spegnimento ed accensione in casi eccezionali, freddo non previsto ad esempio ampliare i periodi annuali di esercizio e la durata giornaliera di accensione dei riscaldamenti, ma solo a fronte di comprovate esigenze.giustifichino l’esercizio, i singoli utenti o i condomìni possono attivare gli impianti, ma con durata giornaliera non superiore alla metà di quella prevista a pieno regime.

Attenzione perchè abbiamo parlato del comune di Roma, diversa la storia per alcuni comuni che si trovano in provincia di Roma, ma hanno temperature piú basse, è il caso di Anzio che appartiene alla fascia piú calda, la C (dal 15 novembre al 31 marzo).

  • Zona A – Dal 1 dicembre al 15 marzo, per 6 ore al giorno
    Sud e isole: Comuni di Lampedusa e Linosa (AG); Porto Empedocle (AG)
  • Zona B – Dal 1 dicembre al 31 marzo, per 8 ore al giorno
    Sud e isole: Agrigento; Catania; Crotone; Messina; Palermo; Reggio Calabria; Siracusa; Trapani.
  • Zona C – Dal 15 novembre al 31 marzo, per 10 ore al giorno
    Nord-Ovest: Imperia.
    Centro: Latina.
    Sud e isole: Bari; Benevento; Brindisi; Cagliari; Caserta; Catanzaro; Cosenza; Lecce; Napoli; Oristano; Ragusa; Salerno; Sassari; Taranto.
  • Zona D – Dal 1 novembre al 15 aprile, per 12 ore al giorno
    Nord-Ovest: Genova; La Spezia; Savona.
    Nord-Est: Forlì.
    Centro: Ancona; Ascoli Piceno; Firenze; Grosseto; Livorno; Lucca; Macerata; Massa C.; Pesaro; Pisa; Pistoia; Prato; Roma; Siena; Terni; Viterbo.
    Sud e isole: Avellino; Caltanissetta; Chieti; Foggia; Isernia; Matera; Nuoro; Pescara; Teramo; Vibo Valentia.
  • Zona E – Dal 15 ottobre al 15 aprile, per 14 ore al giorno
    Nord-Ovest: Alessandria; Aosta; Asti; Bergamo; Biella; Brescia; Como; Cremona; Lecco; Lodi; Milano; Novara; Padova; Pavia; Sondrio; Torino; Varese; Verbania; Vercelli.
    Nord-Est: Bologna; Bolzano; Ferrara; Gorizia; Modena; Parma; Piacenza; Pordenone; Ravenna; Reggio Emilia; Rimini; Rovigo; Treviso; Trieste; Udine; Venezia; Verona; Vicenza.
    Centro: Arezzo; Perugia; Frosinone; Rieti.
    Sud: Campobasso; Enna; L’Aquila; Potenza.
  • Zona F – Nessuna limitazione
    Nord-Ovest
    : Cuneo.
    Nord-Est: Belluno; Trento.

questa la tabella degli altri comuni della provincia di roma ricordando che la fascia E permette l’accensione dal  15 ottobre – 15 aprile PER 14 ORE DI USO GIORNALIERO e la fascia C  15 novembre – 31 marzo per 10 ore di uso.

FASCE CITTA’ IN PROVINCIA DI ROMA RISCALDAMENTO

RM
E
2535 684 AFFILE
RM
D
1898 382 AGOSTA
RM
D
1922 400 ALBANO LAZIALE
RM
E
2134 522 ALLUMIERE
RM
D
1642 195 ANGUILLARA SABAZIA
RM
E
2408 508 ANTICOLI CORRADO
RM
C
1243 3 ANZIO
RM
E
2783 831 ARCINAZZO ROMANO
RM
C
1295 37 ARDEA
RM
D
1942 412 ARICCIA
RM
E
2199 470 ARSOLI
RM
D
1912 420 ARTENA
RM
E
2758 815 BELLEGRA
RM
D
1620 147 BOVILLE
RM
D
1786 280 BRACCIANO
RM
E
2921 810 CAMERATA NUOVA
RM
D
1769 270 CAMPAGNANO DI ROMA
RM
D
1952 378 CANALE MONTERANO
RM
E
2328 6O2 CANTERANO
RM
D
1747 160 CAPENA
RM
E
2927 915 CAPRANICA PRENESTINA
RM
D
2063 550 CARPINETO ROMANO
RM
E
2189 475 CASAPE
RM
D
1966 426 CASTEL GANDOLFO
RM
E
2104 428 CASTEL MADAMA
RM
E
2652 752 CASTEL SAN PIETRO ROMANO
RM
D
1753 250 CASTEL NUOVO DI PORTO
RM
D
1926 399 CAVE
RM
E
2224 520 CERRETO LAZIALE
RM
F
3134 1053 CERVARA DI ROMA
RM
D
1450 81 CERVETERI
RM
D
1582 124 CIAMPINO
RM
E
2427 619 CICILIANO
RM
E
2129 519 CINETO ROMANO
RM
C
1085 4 CIVITAVECCHIA
RM
D
1811 195 CIVITELLA SAN PAOLO
RM
D
1571 218 COLLEFERRO
RM
D
1832 343 COLONNA
RM
D
1637 97 FIANO ROMANO
RM
D
1814 197 FILACCIANO
RM
C
1240 1 FIUMICINO
RM
D
1693 225 FORMELLO
RM
D
1818 320 FRASCATI
RM
D
1659 241 GALLICANO NEL LAZIO
RM
D
1935 404 GAVIGNANO
RM
D
1886 375 GENAZZANO
RM
D
1982 435 GENZANO DI ROMA
RM
E
2229 502 GERANO
RM
E
2547 766 GORGA
RM
D
1801 329 GROTTAFERRATA
RM
D
1561 105 GUIDONIA MONTECELIO
RM
E
2788 834 JENNE
RM
D
1791 319 LABICO
RM
C
1295 2 LADISPOLI
RM
D
1532 324 LANUVIO
RM
D
1575 350 LARIANO
RM
E
2260 475 LICENZA
RM
D
1769 270 MAGLIANO ROMANO
RM
D
2075 487 MANDELA
RM
D
1936 369 MANZIANA
RM
D
2013 450 MARANO EQUO
RM
D
1865 285 MARCELLINA
RM
D
1919 360 MARINO
RM
D
1649 200 MAZZANO ROMANO
RM
D
1641 150 MENTANA
RM
D
2009 451 MONTE PORZIO CATONE
RM
E
2222 576 MONTECOMPATRI
RM
E
2805 800 MONTEFLAVIO
RM
D
1754 297 MONTELANICO
RM
D
1789 232 MONTELIBRETTI
RM
D
1669 165 MONTEROTONDO
RM
E
2224 575 MONTORIO ROMANO
RM
D
1903 296 MORICONE
RM
D
1831 207 MORLUPO
RM
D
1823 202 NAZZANO
RM
E
2161 521 NEMI
RM
D
2018 453 NEROLA
RM
C
1255 11 NETTUNO
RM
E
2344 571 OLEVANO ROMANO
RM
E
2141 450 PALESTRINA
RM
D
2012 372 PALOMBARA SABINA
RM
E
2440 575 PERCILE
RM
E
2280 532 PISONIANO
RM
E
2121 435 POLI
RM
D
1536 108 POMEZIA
RM
D
1828 205 PONZANO ROMANO
RM
D
1599 125 RIANO
RM
D
1908 250 RIGNANO FLAMINIO
RM
E
2761 705 RIOFREDDO
RM
E
2640 745 ROCCA CANTERANO
RM
E
2958 933 ROCCA DI CAVE
RM
E
2399 680 ROCCA DI PAPA
RM
E
2548 768 ROCCA PRIORA
RM
E
2325 664 ROCCA SANTO STEFANO
RM
E
2203 520 ROCCAGIOVINE
RM
E
2430 697 ROIATE
RM
D
1415 20 ROMA
RM
E
2287 523 ROVIANO
RM
D
1751 260 SACROFANO
RM
E
2114 434 SAMBUCI
RM
D
1908 312 SAN CESAREO
RM
D
2091 420 SAN GREGORIO DA SASSOLA
RM
E
2484 651 SAN POLO DEI CAVALIERI
RM
E
2488 655 SAN VITO ROMANO
RM
D
1928 400 SANT’ANGELO ROMANO
RM
E
2209 420 SANT’ORESTE
RM
C
1264 7 SANTA MARINELLA
RM
E
2787 908 SARACINESCO
RM
E
2331 668 SEGNI
RM
D
2034 408 SUBIACO
RM
D
1580 235 TIVOLI
RM
D
2070 484 TOLFA
RM
D
1773 174 TORRITA TIBERINA
RM
D
16O5 173 TREVIGNANO ROMANO
RM
E
2705 825 VALLEPIETRA
RM
E
2920 870 VALLINFREDA
RM
D
1715 303 VALMONTONE
RM
D
1544 332 VELLETRI
RM
D
1891 300 VICOVARO
RM
E
2855 756 VIVARO ROMANO
RM
D
1893 303 ZAGAROLO